11 gennaio 2007

Il sanguinaccio


La vampira

Tu che sostenti gli esseri umani, non negarmi alimento
Ambigua seduttrice, prigioniera di Munch, ho vissuto
Tra l’olio e la tela: e adesso ho fame

Il cuoco

Qualsiasi cosa tu possa volere: dimmelo, te la preparo
Con la mia arte e il mio cuore
Dimmelo te la preparo

La vampira

…ma il sanguinaccio lo sai veramente fare?

Il cuoco

Sanguinaccio

2 chili di carne mista di maiale (filetto, lonza, polpa) un litro di sangue, sale, pepe nero, chiodi di garofano, maggiorana.

Fate cuocere la carne per circa un’ora, tritarla un poco grossolanamente in punta di coltello. Metterla in una terrina mischiata al sangue ben sbattuto (attenzione eventualmente setacciatelo). Aggiungere sale, pepe e le spezie pestate nel mortaio. Insaccare l’impasto nel budello di maiale, ben asciutto e in precedenza lavato con aceto, avendo cura di non riempirlo troppo.
I sanguinacci devono avere una lunghezza non superiore a 15 centimetri. Cuocerli in brodo vegetale a cottura lenta, per circa 30 minuti. Scolarli e lasciarli asciugare. Speriamo che la vampira sia contenta.

Inutile porre l’accento che, per preparare i sanguinacci bisogna avere un amico macellaio… e possibilmente un amica come Clara che faccia la parte della vampira.

3 commenti:

graziella ha detto...

Ti sei dato al cinema orror???
Per stavolta passo, non ti offendi?

sergiott ha detto...

ciao graziella: il tutto fa parte del "teatro in cucina"...ma vuoi mettere una bella bistaccha al sangue? io non mi offendo mai...speriamo anche i vegetariani..

a presto.

cat ha detto...

scusa sergiot se non ti ho ancora augurato buon anno, ma mi hai piazzato una serie di post cannibali che mi paralizzavano il commento;-) ! Buon 2007 supergoloso!