16 aprile 2007

Sale & pepe



La ricetta che mi ha appassionato maggiormente, è quella a pag..48 .
Oltretutto deve aver interessato moltissimo anche i redattori della rivista (Sale e pepe), tanto che una bellissima foto della stessa ricetta compare in copertina.
Una ricetta non deve essere un obbligo, oppure un compito di matematica che deve dare un risultato preciso. Io penso che la ricetta è una sorta di traccia da seguire, tenendo conto della nostra esperienza e anche del nostro gusto personale.

Pertanto, eccomi al lavoro: 450 grammi di farina e cinque uova, sale quanto basta e in poco tempo ecco pronta la massa per la pasta, che dovrà riposare un poco in frigorifero.

Dal mio abbondante chilo di fave fresche (baccello compreso) ne ottengo solamente 250 gr sgusciate (primo intoppo), rimedio con un bel mazzo di asparagi appena acquistato.
Scotto le fave e le punte di asparagi in acqua salata per qualche minuto, e faccio raffreddare in acqua e ghiaccio; con l’aiuto del mixer preparo la farcia per i ravioli aggiungendo alle verdure grana grattugiato pinoli e pistacchi freschi.

Secondo intoppo, la farcia è troppo bagnata. Rimedio con un poco di pane grattugiato. Laura prepara i ravioli, intanto io preparo il condimento: faccio rosolare nel burro le fave e le punte di asparagi tenuti da parte, la ricetta dice di aggiungere del bacon, in mancanza di quello uso il prosciutto serrano (saporitissimo) qualche pinolo e mentuccia fresca.

Suona il campanello, il cane abbaia, arrivano gli amici, portano una bella faraona arrosto e una grande bottiglia di Brunello….

3 commenti:

cuochetta ha detto...

Io mi sono lanciata con quella a pag.51!!!

^__^

Tulip ha detto...

Ma cosa vedo???
una bella ricetina per il club Sale e Pepe!

Perfetto...allora vado ad inserirti nel club, posso vero??

Appena fatto vengo a metterti il link!

Tulip ha detto...

Detto e fatto:

Qui