06 febbraio 2008

"Mens sana in corpore aquatico"

UNA DONNA Devi abituarti alla nuova cucina. Man mano che i prati scompariranno sotto l’acqua, le pecorelle non avranno più erba e se ne andranno in cielo dove si trasformeranno in nuvole. E così la gente dirà: Cielo a pecorelle, acqua a catinelle. Le mucche e i vitelli non troveranno più cibo e, incapaci di nuotare, poco a poco, moriranno fino a scomparire.

UN UOMO Il maiale poi… Non parliamone, è troppo pesante per galleggiare…

UN UOMO Io mangio solo carne. Certamente non di pesce. Ho i denti di un tirannosauro e ho bisogno di strappare, di sminuzzare, di tritare, d’ingoiare. Non di avere in bocca una poltiglia chiara di polpa di pesce… Questi animali d’acqua, dolce o salata, non hanno braccia, non hanno muscoli, non hanno carattere…

UN UOMO Durante la passata Amministrazione, gran Sacerdote dello Sport Terrestre e Acquatico era il patrizio Gheòrgheos il Giovane, detto Quintavalle, perché la sua nobile famiglia abitava tra la quarta e la sesta valle. La si vedeva volgendo lo sguardo verso il monte sacro ad Afrodite, quello che al tramonto si tinge di rosa. Lui è stato l’ideatore della vita dentro l’acqua. L’assertore del motto: Mens sana in corpore aquatico.

UN UOMO Naturalmente la sua valle è stata la prima ad essere riempita d’acqua. Gheòrgheos il Giovane stesso ha dato l’esempio e per primo si è addestrato nell’esercizio dell’apnea prolungata. Pensa che già dai primi giorni riusciva a stare sott’acqua perfino due quarti di luna. Non solo, era in grado anche di mangiare sott’acqua, pastasciutta e peperoni, calamaretti fritti delle Cicladi, gamberetti di Delos e orate dei nostri laghi di pianura.



Gamberetti di Delos (in bellavista)


12 commenti:

la belle auberge ha detto...

Ehilà, Sergiott, alla buon'ora! Sei stato in apnea per un bel pezzo.
Felice di rileggerti
eugenia

Luca Ripellino ha detto...

Bentornato! Luca

Aiuolik ha detto...

Io che ho il mare qui di fronte non riesco proprio a stare in apnea così a lungo! Welcome back!

Aiuolik

Giovanna ha detto...

ben tornato sergiott!! ma dove sei stato tutto questo tempo???

ps: MA ch ebel piattino!!

graziella ha detto...

E te ne ritorni così, senza colpo ferire???
Se nel tuo racconto c'era una spiegazione alla tua assenza, io non l'ho capita, ma comunque sono felice che tu sia di nuovo qui!
A presto!

Anonimo ha detto...

Che "GIOIA" ritrovarti!!!
com. a varese

Giovanna ha detto...

manco sei tornato che sei stato invitato ad un meme (se hai voglia naturalmente)

Giovanna ha detto...

arieccomi, se ti va ti ho invitatoad un meme!

sergiott ha detto...

Come avete già notato, sono riemerso da un apnea prolungata.
Sono felicissimo: una fatica durata tre anni stà per essere premiata.
Sono onorato della vostra amicizia... e come al solito..abbracci a profusione.

ps: non fate caso se nei prossimi post vi sembrerò un poco fuori di testa, è solamente teatro.

Acilia ha detto...

Ben tornato carissimo, ti aspettavo.
Questi gamberetti hanno un aspetto delizioso.
Ti abbraccio

Tatiana ha detto...

Wow sergiot finalmente ci hai fatto stare in pensiero.... meno male che alla fine sei tornato a galla :))))

sergiott ha detto...

Un gentile saluto per due amiche mai dimenticate.

un abbraccio (forte)