23 giugno 2011

Jalapeños

 

Jalapenos

Questa vota è stata più dura del solito. Non potevo esimermi da un compito che mi ero ripromesso di portare a termine. Come ben sapete in rete imperversano i cosiddetti “Contest”, se ne trovano di tutti i tipi, sono motivo di discussione e di aggregazione. Tante volte possono supplire anche all’inventiva che qualche volta langue come l'Agnello in cerca della pecora.

Io non partecipo quasi mai a nessun contest. Non lo faccio per superbia o alterigia. Il motivo e più semplice. Penso,  che poi diventi il solo modo per comunicare nel web. Inoltre, sono sicuro che, come le prime sigarette fumate da ragazzino, possano darmi una certa dipendenza, difficile poi da estirpare.

Però…Se te lo chiede una carissima amica, come posso dire di no? Vi pare? Un passatempo che mi teneva compagnia quado lavoravo e passavo la maggior parte  della giornata in automobile, era quello dell’alfabeto. Provate a dire di getto il nome di tutte le persone che conoscete partendo dalla A per finire alla Z. Non è cosi facile come potrebbe sembrare. Ci siete riusciti? Bravi… Adesso provate con il nome dei vini, oppure degli attori famosi. Vi accorgerete che gli intoppi sono in agguato. Se poi, per rendere più difficile il gioco, ci mettete anche le lettere strane. tipo W-J-K-X il gioco diventerà sempre più complicato.

Torniamo al contest. Una ricetta con relativo ingrediente usando tutte le lettere dell’alfabeto. Ma non da dire, bensì da realizzare. Per la lettera J, la mia vulcanica amica ci propone… Jalapenos. La prima domanda che mi pongo è: ma di cosa diavolo stiamo parlando (perdonatemi l’ignoranza), ma, in questo caso internet aiuta molto. Benissimo. Ora capisco di cosa stiamo parlando. Vado al mercato e compero un chilo di Jalapenos. Il fruttivendolo mi guarda in tralice, proponendomi delle belle melanzane viola appena arrivate dal Sud America. Vorrà dire che proverò da qualche altra parte. Non vi annoio con la descrizione degli altri tentativi falliti, non vorrei essere compatito. Alla fine, era più semplice del previsto. Non si cerca mai nel posto più in vista: il solito supermercato!

La curiosità mi incalza. Apro il vasetto e assaggio. Buonissimi! Dolci e nel contempo piccanti. Un piccante gradevole che non lascia la sensazione d’amaro ai lati della lingua. Buonissimi per preparare le mie personalissime Tortillas.

Per le Tortillas ho usato:

  • Farina di mais decorticato
  • Acqua
  • Olio

Per riempirle di gusto ho usato:

  • Carne di porchetta (l’ultima era proprio squisita)
  • Peperoni grigliati
  • Pomodori (perini)
  • Jalapeños

  • Salsa Messicana (industriale)

  • Salsa allo yogurt (industriale)

  • Germogli di basilico (avanzi dal diradamento delle piantine seminate)

Ho preparato le tortillas anzitempo utilizzando il modo classico (internet docet). Ho affettato sottilmente i pomodori, la porchetta e i peperoni e li ho posti a scaldare leggermente in una pirofila antiaderente. Dopo aver scaldato sulla piastra le tortillas le ho riempite con i suddetti ingredienti tiepidi. Ho aggiunto, infine i jalapenos e le salse, infine il basilico. Risultato? Ottimo! Da rifare.

(ndr),Confido nella benevolenza del mio carissimo amico Tlaz.

13 commenti:

Stefania ha detto...

Io che adoro il piccante ho provato una volta sti benedetti jalapenos, presi in un barattolino tra le specialità messicane di un noto discount; il mio limite è stato nel pescarli uno alla volta e mnagiarmeli così sul pane...non è colpa mia però, tutto credo derivi da quando, bambina, facevo qualche volta merenda a casa della mia amica del cuore e sua mamma ci dava un bel pezzo di pane con la peperonata. Da quella volta per me peperoni= pezzo di panane. Bisogna che nobiliti anche io i jalapenos, però a ripensarci cos'è più nobile di un bel pezzo di pane? Mandi

Aiuolik ha detto...

Amico mio, che dire se non grazieeeeeee!!! Grazie per l'entusiasmo che ci metti senza mandarmi maledizioni ma anzi sottolineando la nostra amicizia. Grazie, grazie di cuore...e poi questo non è un vero contest...infatti non si vince niente, però non è che ora non partecipi più? :-))) Tranquillo, conosco la risposta ;-)

Sei stato un mito come sempre,
un abbraccio fortissimo, anzi besos!, dalla tua vulcanica amica,
Aiuolik

sergio ha detto...

Stefanis carissima,

I miei peperoni stavano facendo la stessa fine, se non era per il pranzo del mezzogiorno li avrei finiti anch'io con il pane. Il pane con le verdure, che benedizione del Signore! Pensa che ricordo perfettamente una fetta di pane pugliese con le melanzane grigliate, intanto che aspettavo che aprisse il ponte levatoio di Castel del Monte (quello ottagonale). Uno dei piccolli momenti di felicità che riempiono la vita.

Aiuolik (la mia vulcanica amica),

sono tanti anni che ci conosciamo, la nostra amicizia si rinfranca sempre di più, come potrei abbandonarti. Non lo sapevo che i Contest fanno vincere i premi (che figuraccia). Pensa che i vita mia non ho mai neanche giocato al superenalotto. Sono un tipo tranquillo, la fortuna mi è stata propizia sotto altre forme, meglio non abusarne.

Un bacio (piccantissimo)

sergio

Byte64 ha detto...

Sergio,
terreno minato quello dei jalapeños en escabeche! :-)

Per quanto riguarda i "contest", già la vita è un discreto contest, non ne sento una gran necessità, anche perché essendo virtuali, uno non può neanche farsi un'idea con l'unico senso che conta veramente in cucina.

In realtà partecipai a un contest due anni fa e, pensa, ebbero pure l'ardire di farmi vincere, per cui dopo decisi di ritirarmi a vita privata mentre cavalcavo la cresta dell'onda :-D

Gambero rosso, non avrai il mio scalpo, augh, ho detto!

Tlaz

Deborah ha detto...

Ciao carissimo Sergio...ma lo sai che nemmeno io , prima di leggere il tuo posto , sapevo cosa fossero i jalapenos!!!
Avrei potuto pensare ad un virus ...ad un abito tipco...a delle isole...ma non di certo a qualcosa di commestibile :-D La tua ricetta però m ha chiarito le idee, oltre che farmi venire una voglia pazzesca di provarli !! Bravissimo, ormai il tuo blog è una tappa fissa per me, mi piace e mi metti sempre di buon umore ;-)

sergio ha detto...

Tlaz,
Sei troppo buono, mi hai avvisato delle mine sepoltenel campo, me n'ero reso conto quardando, con compassione, il vasetto che avevo comperato. Ho pensato alle scatole di ravioli al sugo che vendono negli USA e in tante nazioni della nostra Europa. Ma purtroppo quello avevo trovato e quello dovevo usare. Quando si usano prodotti nazionali che sono "eccellenze" bisogna andarci sempre cauti. Ma io ho un bravo maestro che ha un blog di cucina Messicana, spero d'imparare da lui.

Deborah carissima,

Quante cose non sappiamo, e quante cose dobbiamo ancora scoprire. Un grandissimo vantaggio delle nostre chiacchere nel web, oltre a quello di incontrare gente simpatica, è lo scambio delle rispettive esprerienze. Nulla a che vedere con i riccettari alla moda che trovo sempre sterili e scontati.


a presto

sergio

pat & spery ha detto...

Ciao Sergio, siamo"Babà e bignè",ti diciamo che queste tortillas sono una favola,però per Pat non piccante,grazie...Rispondiamo alle domande che ci hai posto:siamo delle novizie,il nostro blog è nato il 13 Aprile 2011,abitiamo una in provincia di Venezia (Spery) e una in provincia di Treviso (Pat,anche se mestrina di origine),la nostra amicizia è nata ad un corso di panificazione di Paoletta e Adriano.Sperando di essere state esaudienti ti mandiamo un caro saluto!!

sergio ha detto...

Spery,

Ricambio volentieri i saluti, e aggiorno il mio database.

sergio

Aiuolik ha detto...

Amico mio carissimo, anche la J è andata anche grazie a te!!! E per ringraziarti per l'impegno che ci hai messo questa volta più delle altre, ho scelto la tua foto come testimonial della J :-)

Trovi la pagina della J qui: http://abcincucina.blogspot.com/2011/06/j-come-jalapeno.html

Ora ti aspetto per la K ormai sei in ballo e si balla!!!

Un caro abbraccio (piccante)!
Aiuolik!

SONIA ha detto...

Accidenti a blogger, mi ha cancellato il papiro che avevo scritto grgrrrgrrr....per riassumere ti proponevo di andare insieme sulle spiagge a proporre le nostre specialità, io le girelle di pane e tu con queste gustose tortillas ;) non ci resta che scegliere la località, sono sicura che ci divertiremmo un mondo!
Buon fine settimana

sergio ha detto...

Grande idea, magari facciamo anche un sacco di soldi!.

ciao

sergio

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com

max - la piccola casa ha detto...

ma che bella questa ricetta, e poi hai ragione gli (o i?) jalapenos sono buonissimi e questa tuo utilizzo mi fa venir voglia di aprire immediatamente il vasetto che comprai tempo fa a Barcellona!!! come si fa a votarti nella gara?